ISEE 2016 documenti da produrre

Calcolo Isee 2016 e documenti per la compilazione

Il dichiarante e i componenti del nucleo familiare (e figli maggiorenni non conviventi, fiscalmente a carico, non coniugati e senza prole), dovranno presentare:

INFORMAZIONI E DATI ANAGRAFICI NUCLEO FAMILIARE

(alla data di presentazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica)

  • Documento di identità in corso di validità (del dichiarante e/o del tutore, rappresentante legale, amministratore di sostegno)
  • Codice fiscale come riportato nelle tessera sanitaria rilasciata dall’Agenzia delle Entrate
  • Stato di famiglia o autocertificazione attestante la composizione del nucleo familiare
  • Per disabili e invalidi, ultima certificazione attestante la condizione di disabilità media, disabilità grave e non autosufficienza
  • Libretto di circolazione/ registrazione o targa degli autoveicoli, motoveicoli di cilindrata pari a 500 cc e superiore, navi e imbarcazioni da diporto, intestati a componenti del nucleo
  • In caso di locazione, ultimo contratto registrato e eventuale F23 di rinnovo; nel caso di alloggi ERP, ATER ex IACP, gli estremi registrazione del contratto forniti dall’ente e bollettino di pagamento

DATI REDDITUALI NUCLEO FAMILIARE

(relativi ai due anni precedenti la compilazione della DSU)

  • Dichiarazione dei redditi (730/Unico) o certificazione unica rilasciata dal sostituto d’imposta o ente pensionistico relativa al secondo anno solare precedente la presentazione della DSU
  • Certificazione relativa ai redditi soggetti ad imposta sostitutiva o a ritenuta a titolo d’imposta (contribuenti minimi, rivenditori porta a porta, compensi LSU, rendite fondi di previdenza complementare, redditi derivanti da locazioni in regime di cedolare secca, compensi per incrementi di produttività, ecc.)
  • Certificazione relativa ai redditi esenti da imposta non erogati dall’INPS (borse di studio, compensi per attività sportiva dilettantistica, ecc.)
  • Redditi da lavoro dipendente prestato all’estero e tassato esclusivamente all’estero
  • Dichiarazione IRAP per gli imprenditori agricoli titolari di partita IVA
  • Trattamenti assistenziali, previdenziali ed indennitari non soggetti ad IRPEF erogati dalla pubblica amministrazione esclusi i trattamenti erogati direttamente dall’INPS
  • Reddito lordo dichiarato ai fini fiscali dai cittadini italiani residenti all’estero (AIRE) nei paesi di residenza
  • Documentazione comprovante gli assegni al coniuge e per il mantenimento dei figli conviventi con altro genitore nel caso in cui i genitori non siano coniugati e separati, corrisposti e/o percepiti.

PATRIMONIO IMMOBILIARE

(relativo al 31/12 anno precedente la compilazione della DSU)

  • Per gli immobili posseduti in Italia: certificazione catastale aggiornata per terreni e fabbricati (dichiarazione IMU, visure catastali
  • contratto di compravendita, atti di successione, ecc.)
  • Valore aree fabbricabili
  • Per gli immobili posseduti all’estero: documentazione attestante valore ai fini IVIE
  • Dichiarazione rilasciata dall’istituto di credito attestante il capitale residuo del mutuo acceso solo per la costruzione o acquisto dell’immobile

 

PATRIMONIO MOBILIARE

(relativo al 31/12 anno precedente la compilazione della DSU

  • Dati dell’intermediario finanziario (italiano ed estero) che gestisce il patrimonio mobiliare (IBAN, codice fiscale dell’operatore finanziario, ABI per le banche, poste, ecc.)
  • Per depositi e c/c postali e bancari, saldo contabile al lordo degli interessi e giacenza media annua, riferito al medesimo periodo (da richiedere all’istituto bancario e postale). Nel caso di rapporto aperto e cessato in corso dell’anno, riportare data di inizio o fine del rapporto
  • Carte di debito prepagate
  • Valore nominali di titoli di stato (es. BOT, CCT), obbligazioni, certificati di deposito, buoni fruttiferi e assimilati
  • Valore risultante dall’ultimo prospetto redatto dalla società di gestione per azioni o quote di organismi di investimento collettivo di risparmio (O.I.C.R.) italiani o esteri
  • Documento attestante il valore nominale delle partecipazioni azionarie in società italiane o estere quotate in mercati regolamentati
  • Documentazione attestante i premi complessivamente versati, nonché dei relativi riscatti effettuati, per assicurazioni sulla vita e di capitalizzazione sulle quali è esercitabile il diritto di riscatto
  • Valore patrimonio netto per aziende o società per le quali è obbligatorio la redazione del bilancio: ultimo bilancio approvato con l’indicazione del patrimonio netto e le percentuali di partecipazione dei soci al capitale sociale (secondo modello presente in piattaforma)
  • Valore patrimonio netto per aziende o società esonerati dall’obbligo di redazione del bilancio: valore determinato dalla somma delle rimanenze finali e dal costo complessivo dei beni ammortizzabili, al netto dei relativi ammortamenti, nonché dagli altri cespiti o beni patrimoniali e le percentuali di partecipazione dei soci al capitale sociale (secondo modello presente in piattaforma)
  • Valore del patrimonio netto per le imprese individuali: seguire indicazioni esposte ai punti precedenti a seconda che siano obbligate (contabilità ordinaria) o esonerate (contabilità semplificata) dalla redazione del bilancio (secondo modello presente in piattaforma

ULTERIORE DOCUMENTAZIONE RICHIESTA AI FINI DELLA PRESTAZIONE PER:

Prestazioni socio-sanitarie residenziali

  • Ammontare spese sostenute nell’anno precedente la presentazione della DSU per l’assistenza personale acquisita mediante contratti con enti fornitori (escluse spese per badanti/colf)
  • Ammontare rette pagate per il ricovero in strutture residenziali nell’anno precedente la presentazione della DSU
  • Atti di donazione effettuati dal beneficiario della prestazione
  • Data della prima richiesta di ricovero per prestazioni socio sanitarie residenziali
  • Documentazione anagrafica reddituale, patrimoniale come da elenco per figli non conviventi (in alternativa numero Protocollo INPS attestazione ISEE già in possesso)

Prestazioni per il diritto allo studio universitario e a favore di minorenni

In caso di genitori non conviventi e non coniugati del minore e/o dello studente (nel caso non sia previsto versamento di assegno di mantenimento dei figli) documentazione anagrafica reddituale, patrimoniale come da elenco per i genitori non conviventi (in alternativa numero Protocollo INPS attestazione ISEE già in possesso)

ISEE corrente

  • Essere in possesso di un’attestazione ISEE in corso di validità
  • Redditi degli ultimi 12 mesi, o nel caso di perdita del lavoro con contratto a tempo indeterminato, redditi percepiti negli ultimi 2 mesi